Progetto

Il Piano Regionale della Prevenzione 2014 – 2018

Rappresenta per la Regione Marche una importante occasione di sistematizzare, e inserire in un quadro d’insieme, le esperienze già in corso di realizzazione, congiuntamente tra l’istituzione scolastica, le strutture della Regione Marche interessate e l’ASUR.
Nel corso degli anni, inoltre, è aumentato il coinvolgimento della componente sociale, sino a giungere, in occasione di questo Piano Regionale della Prevenzione, ad una  programmazione condivisa attraverso  l’individuazione di referenti degli Ambiti Territoriali Sociali.
Ciò ha avviato un processo di programmazione partecipata degli interventi di promozione della salute nei contesti scolastici, e non solo, che necessita di particolare attenzione e cura, anche tramite percorsi formativi congiunti, al fine di sostenere e migliorare la costruzione di reti intersettoriali “evolute”, in grado di individuare, nelle realtà locali, gli ulteriori portatori d’interesse strategici con i quali strutturare nuove alleanze, tali da favorire e rendere sostenibili l’attuazione delle linee d’intervento del Programma stesso.

Descrizione del Programma

Il contesto scolastico è uno spazio di socializzazione, apprendimento e di pratica di cittadinanza: queste tre dimensioni sono parte integrante dell’educazione e promozione della salute. Su questi assunti  Scuola & Salute – è tutto un programma,  assume un punto di vista globale, ponendosi come obiettivo generale di ridurre la mortalità e la morbosità di chi a scuola vive, apprende e lavora, attraverso lo sviluppo di capacità di empowerment e di coinvolgimento attivo del personale insegnante, ausiliario, studenti e famiglie.
Secondo l’approccio per setting  ‘è tutto un programma’ si propone di affrontare e riconoscere quei fattori di rischio modificabili che spesso hanno un esordio in età scolastica e che nel contesto scolastico possono autoalimentarsi. Pertanto il Programma tratterà i principali fattori di rischio per patologie croniche contenuti nel Programma Guadagnare Salute (alcol, fumo, attività fisica), ma anche quelli che si caratterizzano per l’esordio in età adolescenziale: l’uso di sostanze,  legali e non, le dipendenze comportamentali e i comportamenti a rischio in genere (incidenti stradali, domestici e del tempo libero). Inoltre il Programma si propone di sviluppare interventi informativi per diffondere nozioni circa il potenziale pericolo associato ai raggi UV e all’utilizzo di telefonia cellulare, nonché fornire indicazioni per la sicurezza dei lavoratori del futuro nei luoghi di lavoro. La scelta di un approccio per setting permette inoltre lo sviluppo di un’azione specifica avente come fine, attraverso azioni di sensibilizzazione rivolte alla componente scolastica e sociale, l’identificazione precoce dei bambini/ragazzi con problemi emozionali e/o comportamentali e  di disagio sociale.